Home Notizie Ultime notizie Giovani - Siete il presente, siate il futuro più luminoso”

PostHeaderIcon Giovani - Siete il presente, siate il futuro più luminoso”

Ultime notizie
Giovani2018121È questo l’augurio-messaggio che i Padri Conciliari hanno lasciato ai giovani, al termine del Sinodo dei Vescovi sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

Una solenne celebrazione e la pubblicazione di un Documento finale hanno concluso, domenica 29 ottobre, l’Assemblea. Oltre 250 i padri sinodali che vi hanno preso parte, due dei quali provenienti per la prima volta dalla Cina continentale. Una quarantina di giovani sotto i trenta anni, in veste di uditori. Una presenza significativa esuberante sempre attiva nei canali digitali con la pubblicazione di post e selfie con il Papa e con i Padri, incontrati in modo informale lungo i corridoi, nei momenti distensivi o nei luoghi ufficiali come i circoli minori.
Sempre disponibili ad uno scambio alla pari e all’offerta di un contributo, fatto di critiche costruttive e di proposte concrete. Senza alcun timore dei ruoli o dei capelli bianchi facendo proprio l’invito del papa di “aggrapparsi alla barca della Chiesa che, pur attraverso le tempeste impietose del mondo, continua ad offrire a tutti rifugio e ospitalità”.
Vale la pena, aveva detto, metterci in ascolto gli uni degli altri.
E possiamo dire che questo sinodo è stato proprio un luogo di apprendimento riguardo la gioventù che i padri sinodali hanno voluto scandagliare in tutte le sue sfaccettature, grazie al contributo dei diretti interessati.

Giovani2018122L’assise sinodale infatti non è stata solo per i giovani, ma con i giovani e la parola chiave è stata fin dall’inizio “ascolto”.
Un ascolto, dice il Papa, “che richiede tempo, attenzio ne, apertura della mente e del cuore. Come Chiesa di Gesù desideriamo metterci in vostro ascolto con amore, certi di due cose: che la vostra vita è preziosa per Dio perché Dio è giovane; e che la vostra vita è preziosa anche per noi, anzi è necessaria per andare avanti. Ma l’ascolto per quanto prezioso e importante da solo non basta per portare frutto deve tradursi in Vangelo vissuto, in carità concreta, in esistenza quotidiana”. 

Le nostre debolezze non vi scoraggino, hanno detto i Padri Sinodali ai giovani nella lettera conclusiva – la Chiesa e il mondo hanno urgente bisogno del vostro entusiasmo

Molti sono stati i temi trattati: rapporto tra mondo virtuale e reale, migrazione, ruolo della scuola e dell’università, vita nelle parrocchie e formazione dei catechisti, relazioni e amicizie, rapporti familiari e generazionali.
Si è parlato della pastorale digitale, di come la chiesa possa trovarsi nel mondo social” ha detto il prefetto del Dicastero per la Comunicazione, e il Vescovo del Camerum ha sottolineato “abbiamo gli stessi problemi, ma li affrontiamo da punti di vista diversi. Le Chiese in Camerum sono stracolme, ma i giovani non sono contenti a causa dei tanti problemi che attraversano l’Africa. Come aiutarli? Stiamo cercando tutti la stessa soluzione”.
Un sinodo sui giovani con i giovani -ha affermato il Presidente della Conferenza Episcopale della Bielorussia - che lo rende particolarmente dinamico, perché i giovani sono sempre in cammino”.
Vivo la sorpresa della vicinanza nei temi che si affrontano, nelle sfide della Chiesa di oggi, pur nella diversità delle situazioni” ha affermato il Pastore della Chiesa Evangelica di Roma presente in qualità di delegato fraterno. 

Nel corso dell’Assemblea il 6 ottobre si è svolto un incontro particolare tra i giovani, il Papa e i Padri Sinodali, nella cornice dell’aula Paolo VI dal titolo: “Noi per. Unici, solidali, creativi”.
Come filo conduttore tre temi:
  • la ricerca della propria identità
  • le relazioni
  • la vita come servizio e donazione
Molte sono state le testimonianza di vita, studio, lavoro e difficoltà di operare delle scelte per il futuro, inframezzate da momenti musicali ed artistici.

Infine al termine del sinodo un ultimo dono del Papa ai giovani uditori, il volumetto “Docat”- (Edizioni San Paolo) con un compendio della dottrina sociale della Chiesa, dalla Rerum Novarum di Leone XIII (1891) fino agli ultimi testi di papa Francesco: un manuale strutturato in domande e risposte intorno al tema del ruolo dell’uomo nella Chiesa e nella società, che dovrebbe essere una guida per il cammino che ora si apre.
Un cammino di speranza e di coraggio che siamo sicuri non mancherà ai nostri giovani, se sapremo accompagnarli con la discrezione e l’amore capace di accoglierli e sostenerli con la sapienza del cuore verso gli orizzonti vasti di una umanità rinnovata. •

Questo ed altri articoli sul numero di Novembre 2018 (presente in archivio)
puoi ricevere il Periodico direttamente a casa 
contattaci qui:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
o qui : Contatti
 
Agenda eventi
<<  Marzo 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Chi è online
 82 visitatori online