Home Notizie Ultime notizie La voce del Padre - Natale... il senso reale della nostra esistenza

PostHeaderIcon La voce del Padre - Natale... il senso reale della nostra esistenza

Ultime notizie
La Chiesa, nostra tenerissima Madre, ci presenta ogni anno la nascita del Suo fondatore e Salvatore nostro Gesù Cristo, sempre soffusa di nuova luce e di nuovo splendore. Nelle sembianze di un umile bambino il divin Redentore ci ripete di non temere, di andare a Lui con tutta confidenza perché, per nostro amore, si è fatto uno di noi, nostro fratello.
AngeloNataleEgli si presenta in questo atteggiamento perché vuole essere il modello da cui tutti i suoi seguaci possano trarre esempio e conforto. Difatti, per quanto un uomo stia male e per quanto povero esso sia non potrà mai dire: «lo ho sofferto più di Gesù o sono più povero dì lui». Ogni creatura ragionevole può trovare in Lui la forza per vivere il suo ideale cristiano e superare le difficoltà.
Spesso però noi siamo in pieno contrasto con la vita di Gesù: Egli rinuncia liberamente a tutto; noi invece cerchiamo la comodità, abbiamo paura che ci manchino i mezzi per il domani. Cerchiamo le cose più belle e raffinate e se non possiamo averle, siamo inquieti e invidiamo quelli che le posseggono.
Il Natale dovrebbe aiutarci a ritrovare il senso reale della nostra esistenza, ma quante persone comprendono che questa è prima di tutto una festa spirituale e che gli uomini l’hanno industrializzata e materializzata? 
Oggi la più grande preoccupazione non è prepararsi bene per andare incontro al Salvatore, che nasce, ma fare e ricevere doni, preparare pranzi e divertimenti.
Come può una persona presa da tante preoccupazioni trovare il tempo per riflettere su questo grande avvenimento?
La vita moderna con le sue molteplici 
esigenze ha creato uno squilibrio spirituale, una vera e propria ignoranza delle cose religiose fino al punto che molte persone confondono il sacro con il profano; l’umano con il divino, l’illecito con il lecito.
Voi, care lettrici, che avete una fede salda sappiate resistere all’ambiente e per quanto vi sarà possibile cercate di trasformarlo in bene con il vostro comportamento corretto e con la vostra fiducia nell’avvenire. Gesù in questo Natale ripete anche a voi: «Che cosa giova all’uomo guadagnare tutto il mondo, se poi perde la sua anima?»
Sforzatevi, dunque, a comprendere il grande mistero di amore. Come dovrebbe esultare il nostro cuore sapendo che il Padre ha pensato a noi e ci ha dato il suo Figliolo unigenito!
Cercate la pace? Oh quanta pace viene da quella grotta!
I pastori ne sono rimasti conquistati: cosa ci 
impedisce di sentire anche noi la stessa gioia?
Senza 
andare tanto lontano la possiamo trovare in noi stessi nell’ambito del nostro lavoro, nel solitario ambiente della nostra cameretta. Là in intima unione stabiliremo il nostro colloquio con il bambin Gesù. Se avremo fede, se sapremo ascoltare, sentiremo, anche noi il messaggio angelico: «Gloria a Dio… e pace in terra agli uomini di buona volontà». Comprenderemo allora che il Natale innanzi tutto è una festa spirituale, un incontro fra Dio e gli uomini.
È questo l’augurio che «Tra Noi» di tutto cuore rivolge alle sue lettrici. •

don Sebastiano Plutino - 1964
[Fondatore del movimento Tra Noi]

Questo ed altri articoli sul numero di Dicembre 2018 (presente in archivio)
puoi ricevere il Periodico direttamente a casa 
contattaci qui:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
o qui : Contatti
 
Agenda eventi
<<  Marzo 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Chi è online
 80 visitatori online