Home Notizie Ultime notizie In Diretta dal Movimento - Una Esperienza Missionaria

PostHeaderIcon In Diretta dal Movimento - Una Esperienza Missionaria

Ultime notizie
esp_2101A seguito dell’invito del cardinale Philippe Quedraogo della Diocesi della capitale del Burkina Faso si sono recate in quella città, Maggiorina e Odette, per definire il tipo di collaborazione che come Tra Noi la Comunità aveva bisogno.
Come ricordate già lo scorso anno Antonella aveva inviato a tutti i membri una lettera per questa esperienza che coinvolgeva la responsabilità carismatica. Era stato proprio lo stile di accoglienza vissuto dal Cardinale nell’Hotel Casa Tra NOI, in occasione di un suo soggiorno a Roma, a suscitare in lui il desiderio di animare con questo stesso spirito il Santuario di Notre Dame de Yagma, patrona dello Stato.
Dopo alcuni incontri in Italia era giunto il momento di concretizzare il disegno missionario e così, sono partite il 30 settembre. All’arrivo si sono accorte che era stato già predisposto, con premura e cordialità, tutto il programma per il loro soggiorno.
La prima sera sono state a cena dal Cardinale e hanno conosciuto il Rettore del Santuario, il segretario del Cardinale e due sacerdoti diocesani.
Dopo aver puntualizzato alcuni dettagli del programma si è stabilito di incontrarsi con gli “attori” (i responsabili) e i volontari del Santuario stesso per cercare di definire quanto è necessario per avviarne il funzionamento.
Con il Rettore ed i diretti responsabili anche tecnici e amministrativi, dopo aver visitato il Santuario e l’enorme distesa di terreno ad esso annesso, si sono incontrati sottolineando soprattutto l’accoglienza e gli alloggi da predisporre per i grandi pellegrinaggi di tutto lo Stato previsti molto numerosi a febbraio ed agosto.
Ancora esiste solo la costruzione molto grande, manca completamente l’arredo e la ristorazione, prevista per cinquecento persone con tre turni al giorno, è carente di attrezzature adeguate.
Si è molto parlato della esigenza di formare tutto il personale, anche volontario, che già appare molto interessato e desideroso di prestare un servizio qualificato nel Santuario, pur avendo notato che i responsabili già partecipano a due periodi di formazione annuali.
esp2_2101È ovvio che prima di ogni cosa bisogna pensare alla struttura, ma contemporaneamente rendere partecipi tutti in modo che sentano di essere protagonisti di un progetto di accoglienza che aiuti a vivere e diffondere una fraternità universale. 
Il Paese è molto povero - tra i più poveri del mondo - e come molti popoli dell’Africa alla costante ricerca di una propria identità per evitare le guerriglie etniche e tendere insieme ad un miglioramento delle condizioni di tutta la comunità.
Sono in maggioranza musulmani ed il Santuario vorrebbe essere un faro che propone una nuova umanità, intercedente Maria, la Madre, capace di uno sviluppo anche sociale che pone al centro la persona e la sua dignità.
Ci auguriamo che altri membri rispondano a questo impegno del Movimento, vissuto da Maggiorina ed Odette ed accompagnato dalle preghiere di tutti: dall’Italia all’Africa, dall’Africa all’Italia.



Questo ed altri articoli sul numero di Dicembre 2018 (presente in archivio)
puoi ricevere il Periodico direttamente a casa 
contattaci qui:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
o qui : Contatti
 
Agenda eventi
<<  Febbraio 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728   
Login
Chi è online
 79 visitatori online