Home Notizie Ultime notizie La Voce del Padre - “Beati gli operatori di Pace” (Mt 5,9)

PostHeaderIcon La Voce del Padre - “Beati gli operatori di Pace” (Mt 5,9)

Ultime notizie
«Migliaia di volte abbiamo sentito risuonare ai nostri orecchi questa parola, pace, che Dio creatore ha messo nel profondo del cuore di ogni uomo. 
Gesù ne fa una beatitudine: «Beati...».padre_3001
Da millenni l’uomo cerca di vivere questa «pace» ma non sempre o quasi mai con i mezzi adatti a dargli la pace. Dio, nella sua bontà ha mandato il suo Figlio Unigenito a portarci la pace e ad insegnarci dove e come dobbiamo cercarla.
Quando parliamo di pace non dobbiamo fermarci solo all’assenza di guerre, ma dobbiamo scendere in tutti i settori della vita sociale e comunitaria incominciando dalla famiglia dove vengono costruite le cellule della società.
Siamo dei battezzati, dei consacrati per il bene comune, per la glorificazione di Dio fra gli uomini, dei serbatoi di pace, di concordia e di amore che dobbiamo diffondere nel mondo. Non dobbiamo e non possiamo ‘rinunciare a questo nostro privilegio; noi dobbiamo essere a fianco del Papa instancabilmente sempre vicini, pregare, soffrire con lui combattere con la parola e con le opere perché si stabilisca un nuovo linguaggio, il linguaggio del colloquio e della convivenza umana e cristiana. 
Dobbiamo partire da presupposti veri perché la pace diventi realtà, rinnovare e vivificare i nostri rapporti con Dio, vera sorgente di pace e di amore, perciò la pace è riconciliazione con Dio, è giustizia.
«Effetto della giustizia sarà la pace, frutto del diritto e perenne sicurezza» [Is 32, 17).
«Anche se i monti si spostassero e i colli vacillassero non si allontanerebbe da te il mio affetto, né vacillerebbe da te la mia alleanza di pace» (Is 54,10).
La pace è riconciliazione ma è anche frutto dello Spirito Santo.
«È amore pace, gioia, concordia... (Gal 5, 22). Il regno di Dio non è questione di cibo o di bevanda, ma è pace, gioia dello Spirito Santo » (Rom 14, 17).
La pace che ci offrono Dio e la Chiesa non è quella delle superpotenze o dei regimi totalitari perché non viene dal di dentro dell’uomo e perciò non lo trasforma per inserirlo in una società di fratelli.
Se l’umanità vuole conseguire la pace deve fare una profonda riflessione per non lasciarsi ingannare dalle varie ideologie, perché la vera pace consiste nella conversione dell’uomo all’unico Dio: «Convertitevi e credete al Vangelo» ci dice il Principe della pace, cioè alla fraternità, all’amore che crede, che spera in un avvenire migliore.
padre_1_3001Questa nuova forza è quella del Vangelo che ha la capacità di scuotere il nostro torpore e farci vivere come cristiani luce del mondo e sale della terra, non per illuminare le miniere di oro o di altri metalli, ma la coscienza dei nostri fratelli per indurli al dialogo, per suscitare in essi il vero desiderio della pace.
Il mondo non si cambia soltanto a parole e la pace non viene dai grandi cortei di parte dove in nome della pace si seminano odio, sopraffazioni e divisioni.
Non siamo dei conformisti, tanto meno di quelli che vogliono cambiare il mondo per i loro interessi, ma coloro che si sentono responsabili di tante vittime innocenti è di tanto sangue che continuamente, unito a quello di Abele il giusto, va ad innaffiare la terra.
Per missione siamo stati chiamati da Dio ad essere operatori di pace per essere suoi figli. Vogliamo rinunciare e permettere che il male, la violenza, la droga, |a distruzione prendano il sopravvento? Coraggio ci vuole e violenza con noi stessi per uscire da una situazione che sa di droga: l’indifferenza, il disinteresse, il pensare che «lo fanno gli altri».
Non abbiamo il potere di delegare altri a compiere la nostra missione di discepoli di Gesù, di cristiani e di portatori di pace e di amore: La nostra è missione personale.
Il nuovo anno ci trovi svegli e ben disposti a compiere con gioia la nostra missione ed è questo l’augurio che vi faccio: che la nostra gioia trabocchi dai vostri cuori ed invada tutti gli ambienti e tutto illumini con quella luce che Gesù ha messo nel cuore di ognuno di noi. •
don Sebastiano Plutino [fondatore del Movimento Tra Noi] nel 1983


Questo ed altri articoli sul numero di Gennaio 2019 (presente in archivio)
puoi ricevere il Periodico direttamente a casa 
contattaci qui:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
o qui : Contatti
 
Agenda eventi
<<  Aprile 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
2930     
Login
Chi è online
 91 visitatori online